Comunicati

IO DICO CHE È LA TORRE DI PISA!

COMUNICATO STAMPA
Martedì 07 luglio 2009

PROSEGUE IL GIRO DEL MONDO CON TEATRANDO

Dopo il debutto dello scorso fine settimana, gli attori di Teatrando, Venerdì 10 e Sabato 11, nello spettacolo itinerante “Io dico che è la Torre di Pisa!”, sono pronti ad accogliere il pubblico al Brich di Zumaglia per un nuovo divertente viaggio nello spazio e nel tempo alla scoperta dei monumenti celebri del mondo.

Il tour in tredici tappe, al solo prezzo di un biglietto, inizia dalla Spagna con sosta alla Sagrada Familia, la cattedrale frutto del lavoro e della fervida immaginazione di Antoni Gaudì, per poi spostarsi a est verso la Russia, per il pezzo in dialetto, che non manca mai nel percorso ideato da Paolo Zanone, e che porta tre scombinati turisti sulla Piazza Rossa. Il pubblico compie poi un balzo nel tempo oltre che nello spazio incontrando Galileo Galilei ai piedi della Torre di Pisa. La fisarmonica di Omar Gioia accompagna i viaggiatori verso il trittico d’atmosfera francese: si va dapprima sotto la Tour Eiffel ad ascoltare il dialogo di una coppietta in viaggio di nozze, in un’atmosfera ben lontana dal romanticismo che il contesto suggerirebbe, ci si sposta poi nello studio dell’artista che progetto la Statua della Libertà, prima di visitare Notre Dame attraverso la rievocazione della leggenda del celebre Gobbo e della zingara Esmeralda. Sorvolando la Manica si arriva a Londra ad ascoltare l’opinione del Big Ben sui suoi connazionali così “british”. Senza bisogno dell’aereo si arriva poi negli Stati Uniti e precisamente nel South Dakota intorno agli Anni 30, nell’epoca in cui prendeva forma il progetto del Monte Rushmore, la gigantesca scultura che ritrae i volti di quattro celebri Presidenti americani. Un ulteriore volo pindarico porta in scena la Muraglia Cinese, evocata tra sogno e indigesta realtà. Si sale quindi sulla terrazza alta del Castello, Acropoli nostrana, dove tra le colonne del Partenone si assiste all’ultima sconclusionata lezione di Socrate ai suoi discepoli. Le ultime tre tappe del viaggio prevedono: una visita al Colosseo, dove va in scena la lotta tra un gladiatore e un leone, una sosta al Ponte dei Sospiri, luogo di uno degli innumerevoli incontri amorosi di Casanova, e un tuffo nell’Antico Egitto, durante la costruzione della Piramide di Cheope.

Mai come in questa occasione il parco del Castello ha saputo trasformarsi, per stupire e incantare, grazie al prezioso lavoro fatto degli addetti alla parte scenografica che, con estro, abilità, pazienza e un tocco di fantasia hanno realizzato l’impensabile.
Una delle postazioni offre anche una piccola consumazione “mangia e bevi”, un pratico snack da viaggio per rifocillarsi, inserire qualche caloria e mettere in circolo un po’ di zuccheri.

Lo spettacolo sarà replicato anche nei due fine settimana successivi. L’ingresso è consentito dalle 20.45 alle 22.30.

ZUMAGLIA

Parco del Castello

“Io dico che è la Torre di Pisa!”

Venerdì 10 e Sabato 11
Venerdì 17 e Sabato 18
Giovedì 23, Venerdì 24 e Sabato 25
LUGLIO 2009

Ingresso a gruppi dalle 20.45 alle 22.30

Biglietto: 14 euro (intero), 12 euro (ridotto), gratuito (under 10) con consumazione “mangia e bevi” compresa

A.R.S. TEATRANDO
Gruppo Relazioni Pubbliche

***

COMUNICATO STAMPA
Mercoledì 24 giugno 2009

VIAGGIO INTORNO AL MONDO IN TREDICI TAPPE

Scarpe comode e una valigia piena d’immaginazione: non occorre altro per partecipare al tour intorno al mondo che la compagnia Teatrando, diretta da Paolo Zanone, ha organizzato per il suo XVI spettacolo itinerante nel parco del Castello di Zumaglia.

“Io dico che è la Torre di Pisa!”, in scena per quattro fine settimana nel mese di luglio, offre infatti un percorso tra i monumenti celebri del mondo: dalla Sagrada Familia alla piramide di Cheope, passando per la Tour Eiffel, il Big Ben, la Muraglia Cinese, il Partenone, il Colosseo, la Statua della Libertà e naturalemente la Torre di Pisa citata nel titolo.

Divisi in gruppi, come tradizione vuole, e quest’anno il tema più che mai richiede, gli spettatori si sposteranno dall’Italia agli Stati Uniti, dall’Europa all’Asia, in un viaggio surreale di monumento in monumento, vagando nel tempo oltre che nello spazio. Sarà un tuffo nel pasato fino all’epoca dei Faraoni o dei gladiatori, un’occasione per incontrare Galileo Galilei o Casanova, il Gobbo di Notre Dame e persino Socrate. In una passeggiata di un paio d’ore si potranno scoprire curiosità e stranezze, dati documentati e leggende su edifici e manufatti umani divenuti simbolo di un luogo, su ciò che significarono per chi li ideò e su ciò che suscitano in chi li ammira. Il tutto attraverso il gioco del teatro, ossia incontrando e ascoltando divertenti personaggi, di ieri e di oggi, celebri o sconosciuti, accomunati da quell’ironica follia che sempre contraddistingue le situazioni messe in scena da Teatrando.

Mai come in questa occasione il parco del Castello saprà trasformarsi, per stupire e incantare, grazie al prezioso lavoro fatto degli addetti alla parte scenografica che, con estro, abilità, pazienza e un tocco di fatasia hanno realizzato l’impensabile.

Il debutto dello spettacolo avverrà Venerdì 03 e Sabato 04 e proseguirà per gli altri tre weekend di luglio sempre al venerdì e al sabato, compreso il giovedì dell’ultima settimana di programmazione. L’ingresso è consentito dalle 20.45 alle 22.30.

Una delle postazioni offrirà anche una piccola consumazione “mangia e bevi”, un pratico snack da viaggio per rifocillarsi, inserire qualche caloria e mettere in circolo un po’ di zuccheri.

I testi delle scene sono della compagnia che quest’anno, grazie al nuovo corso di avvicinamento al teatro, si è arricchita non solo di attori, ma anche di promettenti scrittori e geniali scenografi.

PREZZO SPECIALE NEL PRIMO WEEKEND
Biglietto ridotto per tutti coloro che assisteranno allo spettacolo nel primo weekend.

A.R.S. TEATRANDO
Gruppo Relazioni Pubbliche
ARS Teatrando - Via Ogliaro, 5 - 13900 Biella
Cell.: 333-5283350 - Fax: 015-881972
e-mail: teatrando@ntb.it
Iscrizione UILT: 286/12