Scheda

PEDRO E IL CAPITANO
di Mario Benedetti

Presentazione

In Argentina tra il 1976 e il 1983 la politica del terrore instaurata dalla dittatura militare ha lasciato il tragico conto di 15.000 assassinati in scontri a fuoco, veri e falsi, la carcerazione di circa 9.000 prigionieri, un milione di esiliati; ma, soprattutto, la scomparsa e la soppressione di un'intera generazione, 30.000 tra studenti, insegnanti, sindacalisti e operai: i desaparecidos.
Pedro e il capitano sono due voci di questa tragedia.

"Il rispetto dei diritti umani non deriva per noi unicamente dal dettato delle leggi o dalle dichiarazioni internazionali, bensì si basa sulla nostra cristiana e profonda convinzione che la dignità umana rappresenta un valore fondamentale. Assumiamo poteri assoluti per proteggere i diritti naturali dell'uomo, non per opprimere la libertà, ma per esaltarla, non per piegare la giustizia, ma per imporla."
Dal discorso programmatico del Generale Jorge Rafael Videla Presidente della nazione argentina e comandante in capo dell'esercito dopo il colpo di stato del 24 marzo 1976.


INTERPRETI:

PEDRO: Valerio Pancera
IL CAPITANO: Maurizio Fassina
VOCE: Patrizia Verrastro

Testo:

Mario Benedetti

Regia:

Ignazio La Bua

Realizzazione tecnica e scenografica:

Mario Chiamenti

Equipe tecnica e scenografica:

Achille Pozzo e Guido Marchetto

Mixer luci e audio:

Alexia Biondi e Luisella Gracis

Trucco:

Patrizia Verrastro

Progetto grafico locandina:

Patrizia Manna da un'idea di Alessandra Montanera

Relazioni esterne:

Patrizia Latini, Simona Romagnoli

ARS Teatrando - Via Ogliaro, 5 - 13900 Biella
Tel.: 015-21974 - Fax: 015-881972 - Cell.: 333-5283350
e-mail: teatrando@ntb.it
Iscrizione UILT: 286/12