Scheda

NOI SIAM COME LE LUCCIOLE
testo di Beppe Anderi

Presentazione

Chissà perché quando si parla degli anni venti si pensa a un’età ingenua, a un mondo fatto di cose semplici: ragazze morigerate, giovanotti galanti, una società educata, appena scossa, è il caso di dirlo, da qualche personaggio politico con manie di grandezza.
Gli anni venti sono stati invece, sul piano del costume, uno dei periodi meno innocenti della storia italiana. E se le canzoni sono lo specchio che meglio riflette le sfaccettature di un’epoca, nessun tempo ha cantato con uguale malizia il peccato come gli anni venti. Basti l’esempio di “Lucciole vagabonde”, inno sfacciato e romantico dedicato alle donne di strada, da cui prende spunto lo spettacolo.
E dove c’è il peccato, si sa, c’è umanità, annidata in cuori velenosi, in coppe di champagne, in loschi tabarin, in botteghe d’artista, in balli scatenati, in passioni laceranti.
Scavando tra le righe di spartiti e testi, Andrea Manzoni al piano e Veronica Rocca alla voce e al canto, esplorano con le armi dell’arte e dell’ ironia quest’epoca lontana ormai quasi un secolo, ma straordinariamente pulsante se confrontata con l’oggi, attanagliato, in politica come nell’arte, da prosaiche questioni di riciclo.
Tra parodia e spunti passionali, la rivisitazione di quelle canzoni insinua strisciante il dubbio che i nostri nonni si siano divertiti molto più di noi.

Guarda il video:


INTERPRETI:

Veronica Rocca (voce) e Andrea Manzoni (piano)

TESTO:

Beppe Anderi

REGIA:

Paolo Zanone

LUCI:

Mario Chiamenti


SCHEDA TECNICA
Lo spettacolo, concepito per un piccolo palcoscenico (mt. 5 larghezza X mt. 4 profondità), richiede: 1 pianoforte verticale (se a coda o mezza coda necessita palco più ampio); 12 KW di potenza; 1 elettricista per il montaggio
Facilmente adattabile per altre situazioni logistiche da concordare.

ARS Teatrando - Via Ogliaro, 5 - 13900 Biella
Tel.: Cell.: 333-5283350 - Fax: 015-881972
e-mail: teatrando@ntb.it
Iscrizione UILT: 286/12