Scheda

DIO
di Woody Allen

Presentazione

“È caos la libertà?”.
Sembra che la sola risposta sia “Sì, la libertà genera il caos”. Perché l’umanità in balia di se stessa, lasciata libera di agire a suo piacimento e privata del provvidenziale aiuto divino, si ritrova nelle situazioni più assurde e non può far altro che accettarle.
Con ironia.

Tra un delirante susseguirsi di intrusioni di personaggi estranei alla vicenda e di balzi temporali tra l’Antica Grecia e la New York di oggi, l’azione prende avvio in un teatro dell’antica Grecia, dove sta per andare in scena il “Festival ateniese del dramma”, la competizione in cui i drammaturghi antichi si sfidavano a suon di trilogie tragiche e commedie. Si assiste ad un insolito e bizzarro Socrate, alla prese con le solite domande esistenziali, che anticipa l'ingresso dei due protagonisti della vicenda: lo scrittore Epàtite e l’attore Diàbete. I due sono in difficoltà: a pochi giorni dalla messa in scena della loro opera sono ancora alla ricerca di un finale efficace. Dopo varie elucubrazioni accettano il consiglio di Trichinosi e scelgono di ricorrere al “deus ex machina”, portando in scena Zeus in persona a salvare il protagonista, un umile schiavo alle prese con un crudele sovrano.

In un delirante meccanismo di teatro nel teatro, portato all’esasperazione del genio di Woody Allen, Diàbete ed Epàtite scoprono di essere loro stessi personaggi di una commedia, la vicenda s’ingarbuglia, le collocazioni spazio-temporali crollano, l’Acropoli convive con Broadway, Euripide con William Shakespeare, i personaggi della mitologia con quelli di Tennessee Williams. L’idea che sia Dio a determinare e decidere il destino dell’uomo fa infatti sorgere quesiti e riflessioni sul libero arbitrio, generando caos e confusione.


Regia

Claudio Folli

Coreografie

Graziella Panetta

Coach del Coro

Simona Romagnoli

con

Eleonora Battaglia, Tatiana Cazzaro, Ilaria Gariazzo, Frank Juch, Artemisia Loro Piana, Paola Mazzucato, Lorenzo Monteleone, Mariella Moschetto, Marco Naldi, Graziella Panetta, Mattia Pecchio, Pietro Raco, Simona Romagnoli, Sara Tortolone, Roberto Tosi, Giovanni Vittino, Annalisa Zini

Un ringraziamento speciale a Paolo Zanone e Veronica Rocca per la disponibilità e i preziosi consigli

ARS Teatrando - Via Ogliaro, 5 - 13900 Biella
Cell.: 333-5283350 - Fax: 015-881972
e-mail: teatrando@ntb.it
Iscrizione UILT: 286/12