Eventi speciali

20 ANNI AL BRICH

Luglio 1994

Per la prima volta Teatrando propone il suo spettacolo itinerante, destinato a diventare un appuntamento estivo fisso per il mese di luglio degli anni successivi, nel Parco del Castello di Zumaglia. "Sogni nel castello in una notte d'estate", un titolo dai richiami vagamente Shakespeariani... vi ricordate?
L'idea si rivela vincente!
Due sono gli elementi di forza della tipologia di spettacolo: la modalità con cui la rappresentazione viene proposta (spezzettata in brevi scene dislocate lungo un suggestivo percorso nel bosco fino al panoranico castello); il coinvolgimento di un elevato numero di attori che spuntano all'improvviso sul percorso davanti agli spettatori.

Luglio 2013

Per la ventesima volta Teatrando proporrà il suo spettacolo itinerante nel Parco del Castello di Zumaglia, che, rimasto immutato nella formula, ha proposto di anno in anno qualche sperimentazione e svariati percorsi... non solo quelli fisici nel parco, ma anche quelli legati ai diversi argomenti affrontati: dalla leggenda alla storia, dal mito all'amore, dall'arte alla follia, da fumetti ai film, dal mondo avventuroso del Far West a quello meraviglioso di Alice, dai monumenti alla numerologia.
In una sorta di album dei ricordi, in questo angolo del sito, è stato riunito il materiale sugli spettacoli realizzati.
Per il momento si tratta di un semplice riepilogo delle informazioni inerenti ogni spettacolo, ma spero possa essere un modo per far correre indietro la memoria e far sorgere nelle menti dei Teatrandi, pur tanto provate dalle prove (il gioco di parole è voluto, cercato ed ostentato), qualche ricordo da condividere.

Luglio 1994

"Sogni del castello in una notte d'estate"

Il signore del castello, rappresentante senza tempo della sua vita, della sua anima, dei suoi ricordi, accoglie il pubblico e lo invita ad ascoltare i personaggi delle leggende e della storia del castello stesso, che, per qualche ora, riprenderanno vita e si racconteranno.

Luglio 1995

"A passeggio nel parco con gli amici di Mr. Chou e M.me Fandango"

Tema dello spettacolo: la follia. I due personaggi del titolo accolgono gli spettatori e li invitano a visitare il parco e il castello in cui loro stessi, attenti esperti nel giudicare e selezionare persone di straordinaria bizzarria ed eccentricità, hanno riunito un’ampia gamma di “folli” personaggi.

Luglio 1996

"La strana Fiera dei Fratelli Pimms"

Per rendere omaggio ai ben più noti Fratelli Marx, i Fratelli Pimms portano al castello la loro fiera composta da assurdi, ma simpatici personaggi.

Luglio 1997

"Garibaldi fu ferito?"

Percorso semi-serio attraverso la storia d’Italia, da Romolo e Remo fino all’unità. I personaggi della nostra storia rivivono e si raccontano, sfatando miti e creando infiniti dubbi che si uniscono a quello proposto dal titolo.

Luglio 1998

"Sposta la cornice, scrosta la vernice... senti cosa dice!"

I più famosi artisti di tutto il mondo e le loro opere pittoriche. Chi, guardando i personaggi di un dipinto, non ha mai pensato: "Chissà che cosa direbbero se potessero parlare?" Noi li abbiamo ascoltati: alcuni di loro ci hanno svelato impensabili segreti, mentre altri hanno rivelato una personalità molto diversa da quella che ci saremmo aspettati!

Luglio 1999

"I panni sporchi si lavano in casa... d'altri"

Ambienti domesici in mezzo al bosco, per sbirciare, come attraverso il buco della serratura, tra gli innumerevoli vizi, vezzi e nefandezze degli ambienti familiari.

Luglio 2000

"3000 anni fa: il Mito"

Anno 2000! Anno suggestivo e simbolico che spinge a pensare al futuro e ad avventure spaziali! Andando controcorrente abbiamo fatto invece un balzo indietro nel tempo nel mondo della mitologia greca in cui eroi e dèi s'incontrano, vicende umane e divine s'intrecciano. Protagonisti dello spettacolo sono le forze della natura, le passioni umane, le bizze delle divinità e la imprese degli eroi, il tutto come sempre, stemperato da qualche sorpresa e molta ironia.

Luglio 2001

"Atalanta, un anno dopo"

Un altro tuffo nel paganesimo, un altro omaggio alle vicende legate alla dinastia olimpica e agli eroi delle leggende greche e latine. Protagoniste dello spettacolo di quest'anno saranno soprattutto Atalanta e altre figure femminili della mitologia. Dee ed eroine, quindi, ora drammatiche, ora spietate, ora innamorate, ora incantatrici, quasi sempre spinte ad agire da forte passionalità e profondi sentimenti e, accanto a loro dèi, eroi e forze della natura.

Luglio 2002

"L'Amore è una scienza esatta?"

Un curioso abbinamento tra la scienza e l'amore: due tematiche apparentemente inconciliabili. Come possono l'amore, così passionale, e la scienza, così razionale, trovare un punto d'incontro, di dialogo e di confronto? Che cosa c'entrano le parole d'amore di Shakespeare e Rostand con le reazioni chimiche e gli esperimenti sul vuoto e sull'inerzia? Eppure, a pensarci bene, sono molte le affinità tra le reazioni chimiche e le relazioni amorose. Storie d'amore che vanno avanti per inerzia, passioni che esplodono all'improvviso, storielle fragili come bolle di sapone o genuine come un uovo.

Luglio 2003

"Il Mercante in Fiera"

Come festeggiare il decimo anno di spettacoli itineranti al Brich? Con un gioco e ricchi premi per gli spettatori. Il tema dello spettacolo è il mercanteggiare e quindi le merci, gli scambi, i baratti, le offerte, i contratti. Un attore-accompagnatore, indossando i panni di Marco Polo, il mercante per eccellenza, conduce il pubblico ad assistere a scene in cui tutto, anche ciò che è immateriale, può diventare oggetto di compravendita. E alla fine una lieta sorpresa: un premio vero, autentico, da assaporare, ad uno di ogni gruppo, che alfin sarà rimasto solo con una carta vera, non estratta, in mano.

Luglio 2004

"Corvo Rosso ...eccoti lo scalpo!"

Nell'undicesima edizione, il parco del Brich diventa il Far West. Si costruistono tepee e si allestisce un saloon, dove il pubblico viene rifocillato con il piatto tipico messicano: salame e fagioli. Lungo il percosro si gioca a cowboy e indiani, tra frecce che sibilano e pistole che sparano. Sulle note di inconfondibili colonne sonore si assiste a improbabili duelli, partite a poker con il morto e attacchi alla diligenza. I personaggi classici ci sono tutti: da Calamity Jane a Pat Garrett, dal bandito al cercatore d'oro, dalle squaw alle donne del saloon.

Luglio 2005

"Alla tavola di Mago Merlino"

Dopo aver giocato con le vicende nel Lontano Ovest americano, si sceglie un altro tema avventuroso: le gesta dei cavalieri della Tavola Rotonda e di tutta quella letteratura che trova nel medioevo misterioso e magico la sua naturale ambientazione. Spade, scudi, dame e cavalieri, creature fantastiche come elfi e draghi, ma anche oggetti incantati e mitici come il Sacro Graal e la spada nella roccia, sono tra i protagonisti dello spettacolo che racconta le saga di Re Artù.

Luglio 2006

"AAA Alici cercasi nel parco delle meraviglie"

E l'avventura continua nel meraviglioso mondo di Alice, la curiosa bimba inventata da Lewis Carroll. Prendendo spunto da “Alice nel paese delle meraviglie” e “Attraverso lo specchio”, gli attori interpretano i bizzarri personaggi, reinventandoli con vena ironica e goliardica, già presente, peraltro, negli originali. La bimba appare e scompare, soggetta a continui cambiamenti, non sembra mai uguale a se stessa: si moltiplica e muta oppure è sempre lei? Difficile a dirsi. Lei stessa non saprebbe rispondere, continuamente sballottata, da una situazione all’altra. C’è chi prova ad aiutarla, chi la cerca, chi l’ha vista passare e chi la vorrebbe giustiziare.

Luglio 2007

"Via vai con l'illustre sconosciuto"

Il pubblico si sfida in un gioco che offre un mix tra Monopoli e una Caccia al Tesoro, nella quattordicesima edizione dello spettacolo al Brich, trasformato per l'occasione in un circuito cittadino, con tanto di segnaletica stradale. Le vie in generale, e quelle di Biella in particolare, con le persone e gli eventi che commemorano, sono le protagoniste delle scene. Con garbata leggerezza e senza pretese di tipo storico né tantomeno accademico, i nomi scritti sugli angoli delle strade si trasformano in fatti e personaggi reali, con le loro storie e le loro vite da raccontare.

Luglio 2008

"...e dopo Carosello: tutti a nanna!"

Operazione nostalgia: nel 15° anno Teatrando apre il cassetto della memoria e rende omaggio a Carosello, la trasmissione televisiva Rai che andò in onda dal 3 febbraio del 1957 al 31 dicembre del 1976. Ripescando immagini, personaggi, attori e prodotti che affascinarono e divertirono per vent’anni gli Italiani, la compagnia ripesca tutto ciò che, attraverso Carosello, è entrato a far parte dell’immaginario collettivo. Rivivono quindi Pippo l’ippopotamo e Gringo, la Carmencita e il Caballero, i Briganti mattacchioni e Calimero, Jo Condor e il Gigante Amico.

Luglio 2009

"Io dico che è la Torre di Pisa!"

Scarpe comode e una valigia piena d’immaginazione: questo si richiede al pubblico per partecipare al tour intorno al mondo concentrato in tredici tappe, tutto in una sera. Lo spettacolo offre infatti un percorso tra i monumenti celebri del mondo: dalla Sagrada Familia alla piramide di Cheope, passando per la Tour Eiffel, il Big Ben, la Muraglia Cinese, il Partenone, il Colosseo, la Statua della Libertà e naturalemente la Torre di Pisa. Un itinerario surreale di monumento in monumento che permette di viaggiare nel tempo oltre che nello spazio.

Luglio 2010

"...Ma diamo i numeri?"

Nella 17a edizione dello spettacolo, per esorcizzare la sfortuna e confondere la malasorte, si gioca scaramanticamente con i numeri, le associazioni d’idee e i loro significati simbolici. A partire dalla tombola che coinvolge il pubblico in un semplice gioco, ogni scena è dedicata a uno dei numeri dell'1 al 10, che costituismo la base del sistema numerico. Senza limiti di spazio e di tempo, si passa dall’incontro tra un Arabo e un Romano, agli insegnamenti teorici e pratici di un rabbino sui generis, parlando di sport e rapporti di coppia, di Dio e del Diavolo.

Luglio 2011

"Sdeng sob splash sniff gulp! Fumetti lassù u u u"

Lo spettacolo compie diciotto anni, raggiunge la maturità, può votare e prendere la patente, è cresciuto, insomma, ma non abbandona il piacere e il desiderio di giocare con la fantasia e sceglie di esplorare l’universo dei fumetti. I racconti per immagini, con dialoghi e pensieri inseriti nelle classiche nuvolette, acquistano movimento e suono per farsi teatro. I personaggi in bianco e nero, bidimensionali e su carta, assumono colore, voce e tridimensionalità e si raccontano, naturalmente in stile Teatrando.

Luglio 2012

"Ciak al Brich!"

Attraverso il teatro si gioca con il grande cinema, l’arte che in qualche modo lo ha soppiantato, ma che rimane profondamente debitrice nei confronti del suo antico antenato e maestro. Cercando di non dimenticare i registi più celebri e di rappresentare i diversi generi, gli attori si cimentano con i personaggi dei cartoon e le scene d’azione, i grandi colossal colmi di passione e la commedia leggera, le pellicole di guerra e quelle erotiche, la farsa e il musical, il tutto, naturalmente, rivisitato con taglio ironico.

Luglio 2013

TITOLO ??

Ehi ehi, curiosi! Ci stiamo lavorando... Ma l'edizione del ventennio offrirà certamente sorprese e qualcosa di speciale... Un tuffo nel passato e un omaggio al notevole traguardo raggiunto: 20 edizioni dello spettacolo itinerante! Niente male, eh?

ARS Teatrando - Via Ogliaro, 5 - 13900 Biella
Cell.: 333-5283350 - Fax: 015-881972
e-mail: teatrando@teatrandobiella.it
Iscrizione UILT: 286/12